La stampa 3D

La stampa 3D

Sai cos'è la stampa 3D?

È una nuova tecnica di produzione che prevede non l'asportazione del truciolo, bensì l'aggiunta di materiale per dare forma a ciò che stai cercando di ottenere.

Bene, per fartela in maniera più semplice : per ottenere la fabbricazione di un oggetto a livello industriale si adottano diversi metodi tra cui l'asportazione del truciolo, ovvero con un utensile vai ad asportare del materiale fino ad ottenere la forma desiderata, cosi fai per il legno, per il metallo e altro ancora. Nella stampa 3D beh, succede l'esatto contrario, il materiale lo aggiungi. 

Anche a livello industriale con la plastica più o meno fai la stessa cosa, aggiungi plastica fusa in uno stampo e una volta freddata rimane nella forma richiesta ma il problema è che non ha versatilità poiché lo stampo una volta fatto quello rimane.

E qui arriva in soccorso la stampa 3D, una stampante che riesce non a scrivere ma a trasformare la materia, la fonde, e crea un solido secondo le nostre esigenze. 

I vantaggi sono veramente tanti e quello che secondo me è il più importante è che evita lo spreco sia di materiale che energia. Nell'asportazione del truciolo il materiale viene strappato dall'elemento in lavorazione e purtroppo a volte non può essere riutilizzato come nel caso del legno che una volta ridotto in segatura poco utilizzo potrà avere. Nel caso del metallo magari può essere recuperato e fuso nuovamente ma lo spreco è comunque rilevante, anche di energia. Nella stampa 3D invece è la materia prima che viene di volta in volta aggiunta e formata.

Questa tecnologia c'è da un po' ormai ma nonostante tutto presenta ancora un problema, non so in che entità definirlo, che è il tempo di produzione. Purtroppo la produzione è abbastanza lenta ma l'uso ormai è arrivato a completare qualsiasi settore. Non ci crederete ma ormai si fanno anche le case (quelle vere) con la stampa 3D.

Ma tu pensavi che faceva solo plastica vero?

E no. La stampa 3D come già scritto ha trovato luogo quasi dappertutto e oggi viene applicata per materie plastiche, metalli, edili. Magari anche per sola sperimentazione ma sono arrivati con tale sistema a fare imbarcazioni a grandezza naturale, moduli abitativi in calcestruzzo, pezzi per aerei.

Il valore che ha acquisito è veramente importante, ma perché?

Presto detto : non sprechi il materiale, addirittura lo risparmi. La produzione in 3D è soggetta a molti meno vincoli e questo ti consente di creare forme che con i normali sistemi sarebbero improponibili, con meno materiale così da risparmiare peso e allo stesso tempo non sacrificando le prestazioni meccaniche. Soprattutto per questi motivi viene utilizzata molto nel settore aeronautico. 

Alcuni metodi di stampa 

materie plastiche

  • Estrusore : è il metodo di stampa più comune. L'estrusore altro non è che una punta cava dove passa un filamento di plastica e muovendosi nei tre assi, altezza, larghezza, lunghezza, applica strato dopo strato per formare l'oggetto.
  • Sterolitografia : una vasca piena di gelatina viene colpita in superficie da un laser che la solidifica all'istante. Strato dopo strato l'oggetto prende forma

 

metalli

  • DMLS : Direct Metal Laser Sintering con il quale avviene la fusione di polveri atomizzate di metallo.  Un laser ad alta potenza colpisce uno strato di polvere che fondendosi e solidificandosi prende la forma programmata. La fusione avviene strato dopo strato su di un piatto che scende con passo micrometresimale. È possibile utilizzare acciaio, ferro, oro, argento, bronzo e tanti altri materiali. 


Stampa   Email