la stampa 3D

La stampa 3D per sostituirci tutti (Stampa 3D e progresso inaspettato)

Si è vero, è uno scenario alquanto drastrico però è cosi.

Il mondo rimarrà sempre dei progettisti, almeno fino a quando le macchine non sostituiranno anche tali figure (o forse anche in qualcos'altro).

Ma non guardiamo solo il lato negativo della cosa, d'altronde sappiamo che ogni cosa ha il suo rovescio della medaglia.

Al giorno d'oggi stanno cambiando anche i sistemi di produzione industriale che si stanno evolvendo dalla vecchia tipologia che prevede l'asportazione di truciolo ai nuovi sistemi additivi.

Come funzionava una volta : prendevi un pezzo (di legno, di ferro) e piano piano asportavi del materiale fino al raggiungimento della forma desiderata.

Come funziona ora : non prendi niente ma aggiungi piano piano del materiale di tua scelta ed esigenza per raggiungere la forma desiderata.

Ne è conseguito il superamento dei vincoli di progettazione dettati dai vecchi metodi di fabbricazione, la realizzazione di geometrie complesse con un solo metodo di lavorazione e continuo, nessun materiale di spreco e minor peso.

Questo è il progresso. E si, a me sembra una gran cosa. Dice il detto "Chi non testa ha buone braccia", ma se le braccia pian piano verranno sostituite...

Parola d'ordine : modellazione 3D

Non ci sono più confini, c'è il 3D, I vantaggi nella nuova era con la modellazione.

Al giorno d'oggi in effetti, se si vuole realizzare qualcosa non ci sono più tanti limiti, basta un software per trasformare quello che hai in mente "in solide realtà" come dice qualcuno e poi i mezzi si trovano.

Grazie ai software CAD, CAM e CAE oggi possiamo ideare di tutto, realizzarlo sopratutto, riuscendo a capire già in anticipo quale sarà il suo comportamento di fronte alla dura realtà: sollecitazioni meccaniche e atmosferiche.

Per fare un esempio: grazie a questi software oggi siamo in grado di progettare un aereo (gente laureata è chiaro) e sapere in anticipo se in effetti volerà o meno, capirne i difetti e sistemarli prima di avviarne la produzione. Ed è stupefacente questo. Tutto questo grazie ad uno o più software insieme.

Tutto parte dalla testa, passa per il braccio e arriva al computer per progettare e realizzare dagli aghi fino agli airbus.

Le tecnologie stanno cambiando, se in bene o in male questo dipende dall'uso che se ne fa, ma stanno comunque evolvendo consentendo di realizzare cose concettualmente difficili in facilmente realizzabili.

Quindi, largo alla creatività signori, un modo più veloce per cambiare il mondo. Speriamo bene.