pubblicità promozione aziendale

La pubblicità, opportunità o condanna?
Siamo in un mare di m...eravigliosa propaganda pubblicitaria.

advertising

La pubblicità, brutto affare

Eh si, siamo bombardati dalla pubblicità, sotto in ogni forma : stampa, radio, promozioni, newsletter, call center.
Non ne possiamo più, è vero e strano a dirsi, anche per me che la pubblicità la creo la situazione è diventata insopportabile.

Sono diversi anni che mi trovo in questo settore e quello che ho imparato è: non se ne può fare a meno. O meglio, anche io sono una vittima del bombardamento continuo del marketing ma capisco che se non ci fosse le aziende collasserebbero in molto poco tempo, sopratutto con l'assiduità con cui ne usufruisce la concorrenza (e questo alcune aziende non lo capiscono). Un continuo tirare la corda; una corda che non si rompe e dove chi tira più forte la vince.

Cosa fare quindi?

Per quanto riguarda noi poveri spettatori ben poco, se volessimo sfuggire da tutto questo dovremmo nasconderci in un posto isolato senza radio, smartphone, tv; ma non son sicuro che basterebbe. Sono convinto che tanto prima o poi passerebbe un aereo con uno striscione pubblicitario.

Le aziende invece? Beh, per quanto riguarda loro, parte attiva della questione, la risposta è scontata. Se la quantità è enorme sarà necessario puntare sulla qualità, perché cercare di fare pubblicità risparmiando è davvero buttare via i soldi, quindi è necessario farla e farla per bene.

Cosa è più importante? Comunicare o stupire? Sicuramente tutti e due.

Io personalmente vengo rapito quando trovo una bella grafica accompagnata da un buon messaggio sia visivo che scritto. Godo se questi sono messi in un supporto lavorato ad oc o magari fustellato.

Farà effetto su gli altri un lavoro di tale genere? Di sicuro più di un volantino dalla classica forma rettangolare stampato in bianco e nero con una scritta. Con la frenesia del mondo attuale e l'invadenza che oggi ha la pubblicità, chi si ferma a leggere un pezzo di carta che impiccia sul nostro parabrezza o nella nostra cassetta postale? La fine di tale volantino potete immaginarla.

Le persone sono sempre di corsa e leggono sempre di meno. (non è bello) La vita è breve ma pensate che la gente lo sappia? Beh si, lo sa, ma è cosi impegnata a correre da dimenticarselo, corre perché deve correre e il vero motivo in fondo non sa neanche qual è.

La pubblicità invece è qualcosa che deve rimanere, nelle mani di sicuro ma sopratutto nella testa.

Sarete d'accordo con me pertanto nel dire che avere vincoli nella creatività è sempre molto controproducente. Ci vuole un'idea efficace e bisogna realizzarla per rimanere tale. Anche perché la cura del cliente inizia già dalla sua ricerca e più sarà curato il metodo utilizzato più trasmetteremo positività, professionalità e prestigio a seguire.

Lascia un commento